Pubblicato da: Enzo | 20/07/2014

Trekking in Sicilia: natura e cultura

trekking Sicilia 2014

Nel trekking in Sicilia del mese scorso, di cui abbiamo dato notizia con descrizione dei più suggestivi itinerari pedestri, quello di Rocca Busambra e del Pizzo Carbonara, oltre che nello spazio abbiamo viaggiato nel tempo, con emozionanti visite alle celebri Valle dei Templi di Agrigento e a Morgantina con la affascinante Venere, recuperata dopo 40 anni dal Paul Ghetty Museum di Malibu (Stati Uniti) dove era giunta trafugata da ignoti tombaroli.

tempio di Eracle - Agrigento

Poi, con un salto di mezzo millennio, siamo giunti alla notissima Villa Romana del Casale a Piazza Armerina, ammirando i famosi mosaici, alcuni di straordinaria modernità, come quello delle "pentatlete" in disinvolti bikini e un autentico "fotoracconto", o meglio "mosaico-racconto", lungo oltre 60 metri e raffigurante il trasporto di animali esotici dall’Africa a Roma per gli spettacoli del Colosseo.

mosaici Villa Armerina

Ma, venendo a tempi più recenti, nella storia della prima industrializzazione, non potevamo mancare di sottolineare il ruolo della Sicilia nell’industria mineraria: le vicende geologiche avevano creato estesi bacini di sedimentazioni di sali e minerali che, negli ultimi 2 secoli, furono estesamente estratti.

Nel complesso museale della miniera Trabia-Tallarita, da noi visitato con grande emozione, oltre che ammirare bellissimi cristalli di rocce solfifere, abbiamo potuto rivivere le fatiche e le inaudite sofferenze che, appena 100 anni fa, schiere di minatori, e tra essi molti "carusi" (ragazzini dagli 8 ai 14 anni, prescelti perché, più esili, meglio si insinuavano nelle vene solfifere), patirono per produrre lo zolfo (di cui all’epoca la Sicilia fu il maggior produttore mondiale), in condizioni di mera sopravvivenza, si fa per dire, data l’altissima mortalità precoce.


(una poesia di Luciano Mallia sulla vita dei solfatori e varie foto qui)

Ancora una volta, il nostro motto "camminare per conoscere" è stato realizzato con una settimana mozzafiato, che resterà a lungo nei nostri ricordi, ma non finisce qui, mentre ricordiamo siamo pronti ad altre belle avventure, di cui vi daremo puntualmente notizia, approfittando delle pause concesseci dall’attività settimanale, che non dà tregua ai nostri affezionati lettori.

Enzo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie