Pubblicato da: Licia | 24/03/2014

Fondisti turisti a Chiavenna e dintorni

Ieri mattina alle 7, come da programma, siamo partiti da Milano in direzione Engadina pregustando una giornata di sci di fondo in Val di Fex. Le previsioni del tempo non erano molto favorevoli e segnalavano nevicate abbondanti, ma eravamo ben attrezzati per sciare anche sotto la neve.

passo Maloja chiusoArrivati a Chiavenna per una breve sosta abbiamo però scoperto che il Passo del Maloja era appena stato chiuso per la troppa neve.

Cristina e Lisa, efficientissime, hanno velocemente verificato le alternative sciistiche possibili: la pista di Campodolcino in Val Chiavenna non era raggiungibile con il pullman; ai Piani di Bobbio la pista non era stata battuta perché continuava a nevicare ed era comunque prevista una gara che avrebbe impedito l’accesso alle piste.

È subito scattato il Piano B: trasformare la mancata domenica sportiva in un’occasione culturale e visitare il Palazzo Vertemate Franchi a Prosto di Piuro, a 2 km dal centro di Chiavenna. È considerato una delle più prestigiose ed affascinanti dimore cinquecentesche lombarde e chi di noi non ne conosceva l’esistenza è rimasto sbalordito dal contrasto tra l’essenzialità dell’edificio e la ricchezza degli interni, con affreschi su pareti e soffitti, e rivestimenti di legno con intarsi e intagli preziosi, illustrati nella loro cornice storica dal racconto avvincente della nostra  guida Ralph, l’alquanto simpatico responsabile della struttura.

[Grazie a Fiorenzo per le foto]

Finita la visita, sotto un cielo molto cupo e una pioggia a tratti insistente, ci siamo diretti verso un crotto per pranzo. Come sanno tutti i fondisti Edelweiss, i Crotti con l’iniziale maiuscola sono appassionati sportivi molto mattinieri che sfidano noncuranti intemperie e temperature anche ostili, mentre i crotti con la minuscola sono anfratti e cavità (grotte), tipici della Valchiavenna e del Canton Ticino, che si sono formati in seguito ad antiche frane; al loro interno circola costantemente una corrente d’aria fredda, il Sorèl, che mantiene una temperatura costante di pochi gradi in tutte le stagioni dell’anno, e li rende luogo ideale per la conservazione di generi alimentari come bresaola e formaggi.

Accanto ai crotti sono sorte omonime trattorie dove si possono gustare prodotti tipici della zona: dopo l’antipasto offerto da Paola che aveva portato un’ottima torta salata, abbiamo mangiato polenta taragna con “misto piota” (costine, salsicce, peperoni e patate) e “biscotin di Prosto” (dolcetti al burro).

Dopo pranzo, passeggiata verso il centro di Chiavenna prima di ripartire verso casa dove siamo arrivati poco dopo le 16, altro elemento insolito per i fondisti abituati a rientrare a Milano solo dopo il tramonto. Sul pullman, ulteriore mangiata: già sazi, ci siamo fermati dopo le tre torte di mele, di cocco, e di limone e semi di papavero (ricetta) portate da alcune fondiste, ma ce ne sarebbero state altre a cui stavolta abbiamo dovuto rinunciare. E ovviamente non poteva mancare il vino, distribuito dal nostro “enologo” Athos.

A tutti è dispiaciuto non essere riusciti a sciare, anche perché per molti sarebbe stata l’ultima uscita della stagione, ma abbiamo apprezzato molto il Piano B perché  siamo comunque riusciti a trascorrere una giornata molto piacevole, interessante e soprattutto in ottima compagnia. Grazie a tutti!

Licia


 
Nel primo pomeriggio di ieri sono stati chiusi anche il Passo del Bernina e il Passo del Giulia (Julier). Se la mattina fossimo comunque riusciti ad arrivare in Engadina, sarebbe stato un bel problema rientrare in Italia (l’unica possibilità sarebbe stata via Austria e Val Venosta). Ecco la situazione alle ore 18 di ieri, con i passi chiusi indicati dal simbolo :

passi chiusi

Anche oggi, 24 marzo, il Passo Maloja continua ad essere chiuso.

Annunci

Responses

  1.  

    Ecco com’era il tempo in Engadina ieri pomeriggio alle 14, da un’immagine della Webcam Maloja:

    La striscia leggermente più scura che attraversa la foto in basso è la strada principale. Al momento (ore 18 di lunedì) il passo è ancora chiuso.

    Questa invece un’immagine odierna, ripresa qualche minuto fa:

  2. Certo che la neve non manca, si potrebbe sciare anche tutto aprile!
    …..che dite continuiamo?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie