Pubblicato da: Edelweiss CAI | 09/11/2012

Minitrekking Levanto–Palmaria

Dopo l’alluvione dello scorso anno che l’avevano fatto saltare, ritentiamo il minitrekking Levanto–Palmaria nello stesso periodo, 1-4 novembre.

Le previsioni del tempo continuano a cambiare all’avvicinarsi della data, il tempo non promette bene per questo Ponte, così al ritrovo siamo in pochi (ma buoni)… Alla mattina stessa Giovanna non riesce a partecipare perché precettata dalla Protezione Civile, e un partecipante si fa trovare direttamente alla stazione di Levanto arrivando da Torino… ma siamo fiduciosi di vedere questa Liguria fuori stagione.

1nov2012

A Levanto ci accoglie un bel sole, un ostello in una bella posizione molto accogliente. Vista la bella giornata decidiamo di andare a Riva Trigoso in treno e da qui per un comodo sentiero, esposto con vista sul mare, arriviamo prima a Punta Manara e poi scendiamo fino a Sestri Levante. A cena Natale ha prenotato per noi in un ristorante di pesce davvero ottimo, per cui anche dal lato culinario siamo tutti soddisfatti.

Venerdì 2 novembre le previsioni promettono la migliore giornata di sole, per cui la decisione è di andare a La Spezia in treno e da qui a Portovenere per visitare l’Isola Palmaria: Portovenere è davvero bellissima e vederla con pochi turisti merita veramente di perdersi a passeggiare per le sue viuzze. L’Isola Palmaria dobbiamo accontentarci di vederla solo di fronte a noi a causa del mare mosso che non permette di assicurare il ritorno da parte del battello che ci avrebbe portato: pazienza, ci sarà un’altra occasione per tornare. Ne approfittiamo tutti per perderci nel dedalo di viuzze, chi per visitare il castello, chi per prendere un po’ di sole fronte al mare.

Portovenere

Sabato 3 novembre al risveglio pioviggina un po’ per cui cambiamo programma e ne approfittiamo per raggiungere direttamente, partendo dall’ostello, il lungomare e i borghi di Framura attraverso il sentiero su pista ciclabile ricavato nell’ex tracciato del treno, che percorre anche lunghe e illuminate gallerie dove ogni tanto si mostrano scorci di mare davvero blu. Una sosta alla spiaggetta di Punta Pidocchio non può mancare. Intorno all’ora di pranzo siamo a Bonassola e decidiamo di andare a trovare una nostra ex socia che gestisce un ristorante nella piazzetta principale e che ci prepara delle trofie al pesto con fagiolini e patate davvero indimenticabili! E quindi, mentre fuori fa un piccolo scroscio, noi ci dedichiamo alle specialità liguri!

Domenica 4 novembre al mattino piove per cui si opta per non andare a camminare, a parte il buon Claudio che tenta impavido la conquista del sentiero dei santuari, e di andare a visitare la cittadina di Chiavari che nessuno di noi aveva già visto: è dotata di carruggi porticati che, in caso di brutto tempo, ci possono riparare….e come nelle migliori tradizioni quando arriviamo a Chiavari il tempo si è rimesso e riusciamo perfino a fare una passeggiata sul lungomare, poi è tempo di tornare a prendere le valigie per il rientro a Milano.

Giudizio di sintesi: la Liguria fuori stagione merita davvero una puntatina!

Grazie a tutti per la compagnia

Sara

Annunci

Responses

  1. Complimenti per le belle foto e inquadrature


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie