Pubblicato da: Edelweiss CAI | 17/06/2012

Un ritorno in Aspromonte

Noi abbiamo fatto il trekking Etna-Aspromonte del 1992. E siamo ritornati in Aspromonte solo con il trekking di quest’anno. Sono state due esperienze belle ma molto diverse.

Fra le ginestre sopra le cascate Maesano

Nel ’92 abbiamo visto un Aspromonte quasi solo natura: torrenti, cascate, boschi con alberi giganteschi, forre dove rischiavamo di perderci. In 5 giorni, a parte i forestali delle case del parco dove facemmo tappa, incontrammo solo un pastore e l’ultimo abitante di Roghudi.

Ospitalità a Bova   Pranzo a Gallicianò

Quest’anno invece abbiamo incontrato soprattutto persone, esperienze di comunità che cercano vie nuove di sviluppo sostenibile, che vogliono vivere senza condizionamenti mafiosi. In pochi giorni attraverso la conoscenza delle persone è cresciuto un legame non superficiale con il territorio che abbiamo attraversato. Non è stato semplice turismo, è stato un viaggio che ci ha arricchito.”

Amalia e Gianpiero

Qui nel blog trovate altri racconti di trekking in Calabria e in particolare in Aspromonte.

Il gruppo in cima al monte Carasia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie