Pubblicato da: Licia | 16/11/2009

Escursioni sull’Appennino Faentino

Un’idea per un weekend di fine autunno, quando non ci si può fidare troppo del tempo ma si ha ancora voglia di andare in giro e scoprire posti nuovi, prevedendo però un “piano B” in caso di pioggia: l’Appennino Faentino, in provincia di Ravenna.

Sentiero CAI 505 tra Brisighella e Riolo TermeÈ una zona facilmente raggiungibile e particolarmente bella in questo periodo, quando le colline si accendono di tutte le sfumature dei colori autunnali dei boschi e dei vigneti e mettono in evidenza il paesaggio segnato dai calanchi e, se c’è il sole, dal luccichio dei cristalli delle rocce gessose

Si può scegliere tra molti itinerari ben segnalati, in particolare il sentiero 505 del CAI (il “sentiero dei crinali”) e gli anelli della Corolla delle ginestre, percorribili a piedi e in mountain bike, per un totale di circa 50 km con un dislivello totale di 1800 metri, oppure visitare i parchi naturali come il Parco della Vena del Gesso Romagnola o il Parco Carnè, entrambi di grande interesse naturalistico e geologico.

la Rocca Manfrediana di Brisighella E se proprio il tempo non fosse clemente, la zona offre molte alternative artistiche e culturali, ad esempio Faenza, città d’arte famosa dal Rinascimento per le sue ceramiche, e Brisighella, un antico borgo medievale ricco di angoli pittoreschi come la via degli Asini, senza dimenticare che Ravenna è a soli 40 km di distanza.

In Romagna ovviamente abbondano le proposte enogastronomiche, ad esempio ieri a Brisighella c’era la Sagra della pera volpina e del formaggio stagionato. In questo periodo, poi, non bisogna farsi mancare un buon bicchiere di cagnina per accompagnare le castagne o la ciambella romagnola!

Per saperne di più:

  • Percorsi di trekking e itinerari di mountain bike nei comuni di Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme;
  • Descrizione degli itinerari a piedi, in mountain bike e a cavallo, con carta geografica, della Corolla delle ginestre (PDF);
  • Altri dettagli nei commenti.
Annunci

Responses

  1. Grazie, avete raccolto una serie di informazioni e link molto utili anche per chi come me abita qua vicino (in provincia di Ferrara).

  2. ciao, per la corolla delle ginestre mi hanno detto che in tre giorni si riesce a fare, mentre per fare il 505 da faenza a colla di casaglia quanto ci vuole?? grazie

  3. Ciao Sandra,
    puoi consultare la dettagliatissima descrizione di Christian Nannetti in La sgambata dei crinali: il percorso è di 55,7 km complessivi con partenza da Faenza e arrivo al Passo della Colla di Casaglia; il dislivello è di 2646 m in salita e 1740 m in discesa e ci vogliono due giorni se si programmano due tappe di 29 e 27 km.

    Per informazioni specifiche, ti suggeriamo di contattare le sezioni CAI della zona, sicuramente aggiornate anche sullo stato di agibilità dei sentieri, in particolare:


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie