Pubblicato da: Enzo | 12/06/2009

Aspromonte – La chiesa di Roghudi Vecchio sull’Amendolea

sentiero lungo il crinale, assottigliato da frane Sulla via di discesa dall’Aspromonte a Bova lungo la direttrice della fiumara Amendolea, e valicando enormi frane, appare come un nido d’aquila il borgo di Roghudi abbandonato per rischio di frana nel 1972 e da allora noto come Roghudi Vecchio da quando è stata costruita Roghudi Nuovo, a ben 40 km di distanza sulla costa ionica.

Già nel 1992 salendo a Pesdavoli pernottammo da saccopelisti nella chiesa di Roghudi, assistiti dall’ultimo abitante. Vediamo oggi dall’alto il tetto rifatto ex-novo e restiamo perplessi sull’utilità di una chiesa senza fedeli: io ci farei un rifugio, magari prima o poi ci faranno un ristorante per i turisti della domenica.

Roghudi Vecchio dall'alto, con la fiumara Amendolea sull sfondo

Altre foto qui e qui. Vedi anche: post che parlano di Aspromonte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie